DEPURATORI PER ACQUE DI SCARICO CIVILI

(pre-fabricated systems for waste water treatment)

presentazione_img01I Depuratori sono indicati per la depurazione delle acque reflue domestiche, e cioè per il trattamento epurativo di tutte quelle acque scaricate da insediamenti di persone e che provengono dai servizi igienici, dai bagni e dalle cucine di tali insediamenti.
E’ il caso di lottizzazioni, abitazioni, alberghi, ristoranti, scuole, asili, convitti, collegi, campings, villaggi turistici, negozi, uffici, cinema, teatri, ecc….

 

 

 

 

 

La progettazione, con relativa realizzazione, degli impianti per la depurazione delle acque reflue civili è stata eseguita per ottenere i seguenti scopi e vantaggi:

  • Possono essere completamente interrati, non alterano quindi il paesaggio;
  • Semplici da installare, economici quindi nella posa in opera;
  • Elastici nel funzionamento, anche quando variano continuamente le portate;
  • Richiedono manutenzioni minime, di basso costo e senza l’impiego di personale specializzato;
  • I costi di esercizio sono minimi, consumano cioè pochissima energia elettrica;
  • Sicura garanzia di depurazione, grazie alle tecniche e alle apparecchiature d’avanguardia impiegate.

Gli impianti di depurazione per acque reflue domestiche sono costituiti da una o più vasche prefabbricate in calcestruzzo armato vibrato a pianta circolare, quadrata o rettangolare, corredate da apparecchiature idrauliche ed elettromeccaniche.

La progettazione e la realizzazione di questi impianti di depurazione delle acque reflue civili sono state eseguite per ottenere i seguenti scopi e vantaggi:

  • Possono essere completamente interrati, non alterano quindi il paesaggio;
  • Semplici da installare, economici quindi nella posa in opera;
  • Elastici nel funzionamento, anche quando variano continuamente le portate;
  • Richiedono manutenzioni minime, di basso costo e senza l’impiego di personale specializzato;
  • I costi di esercizio sono minimi, consumano cioè pochissima energia elettrica;
  • Sicura garanzia di depurazione, grazie alle tecniche ed apparecchiature d’avanguardia impiegate.

Sistema di depurazione

Il sistema biologico epurativo impiegato negli impianti Veneta Prefabbricati per la depurazione delle acque reflue civili è a “fanghi attivi in aerazione prolungata” (extended aeration).
Secondo questo processo, dopo aver subito i pretrattamenti (separazione grassi reflui da lavelli cucine, eventuale grigliatura, ecc….) il liquame grezzo viene convogliato nel bacino di aerazione dove, mediante l’insufflazione di una quantità di aria opportunamente dosata, si favorisce la formazione di masse di microrganismi (fanghi attivi) che assorbendo le sostanze inquinanti contenute nell’acqua le eliminano poi sottoforma di composti ossidati semplici (acqua, anidride carbonica, ecc…..).

Successivamente i fanghi attivi vengono separati da liquido per decantazione; mentre l’acqua depurata effluisce, i fanghi attivi decantati vengono inviati nuovamente alla vasca di aerazione in maniera che in quest’ultima la massa di fanghi biologicamente attivi (i distruttori della sostanza organica inquinante) sia sempre in eccesso rispetto al liquame (sostanza nutritiva); il processo di depurazione si svolge perciò nella cosiddetta fase autogena o auto-ossidazione,  la quale è caratterizzata dalla continua distribuzione della massa di fanghi da parte degli stessi microrganismi che la compongono.

Grado di inquinamento e dati di progetto generali

Il grado di inquinamento umano dovuto agli escrementi e dai residui di cucina si misura indirettamente, quantificando l’ossigeno che bisogna fornire al liquame per trasformare le sostanze organiche putrescibili in innocue.
Il quantitativo di ossigeno occorrente si indica con la sigla BOD, che rappresenta la richiesta biologica di ossigeno.
La potenzialità dei sistemi di depurazione per le acque reflue domestiche e civili viene indicata in numero di abitanti equivalenti, ed il loro dimensionamento deriva dalla progettazione riferita sui seguenti dati di progetto:

  • dotazione idrica (consumo d’acqua):200÷250 litri/abitante/giorno
  • dotazione idrica allo scarico:150÷200 litri/abitante/giorno
  • carico inquinante specifico BOD5 :60÷65 gr/abitante /giorno

Schema di Impianto di depurazione tipo

L’impianto di depurazione delle acque reflue domestiche (o similari), completo di tutti i suoi pretrattamenti si presenta così conformato:

  • stazione di grigliatura: (eventuale) – Dove vengono trattenute materie solide grossolane (stracci, sacchetti di plastica, assorbenti igienici, ecc….) che potrebbero provocare intasamenti alle tubazioni, ai macchinari o comunque creare disturbi all’impianto.
  • stazione di sollevamento:necessaria quando la quota di arrivo del collettore delle acque di scarico è inferiore a quella di ingresso all’impianto.
  • vasche di predepurazione: (eventuali) – Aventi funzione specifica di predecantatore, dissabbiatore, separatore di grassi,omogeneizzazione, denitrificazione.
  • depuratore biologico: funzionalmente composto da due distinte fasi: nella fase di aerazione si realizza la vera e propria depurazione mediante insufflazione d’aria, secondo il sistema già descritto in precedenza; nella successiva fase di sedimentazione avviene la separazione tra acqua da scaricare e fanghi attivi.
  • disinfezione: (eventuale) – Dove, mediante clorazione(o altro sistema idoneo) avviene la distruzione di microrganismi patogeni.
  • pozzetto prelievi: dove si possono prelevare le campionature dell’effluente depurato per eventuali analisi di laboratorio.

Caratteristiche funzionali e potenzialità

Il depuratore a “fanghi attivi in aerazione prolungata” (ossidazione totale) funzionalmente è diviso in due vani (aerazione e sedimentazione). Nel vano di aerazione avviene l’ossidazione dei liquami, mediante insufflazione di una ben definita quantità di aria fornita da compressore rotoaspirante e distribuita in bolle fini da speciali diffusori sommersi o mediante elettroaeratore sommergibile; nel vano di sedimentazione avviene la decantazione dei fanghi attivati, i quali vengono costantemente ricircolati al precedente vano utilizzando ejettori (air-lift) o pompe, o per semplice naturale caduta.
Con il termine “abitante/equivalente” si esprime il carico di una particolare utenza civile (o similare) del Depuratore, in termini omogenei e confrontabili con le varie utenze.
L’equivalenza può essere riferita al “carico idraulico” o al “ carico organico BOD5”.
La potenzialità del Depuratore da installare va espressa in abitanti equivalenti; ai fini della portata idraulica andrà considerata la dotazione idrica individuale allo scarico (in funzione del numero di abitanti), e ai fini dell’inquinamento andrà considerato il carico organico (in funzione del numero di abitanti).
Vengono quindi ridotti i dati di dimensionamento, in modo più o meno sensibile, per tutte quelle attività collettive di persone dove effettivamente lo scarico provocato da una persona non corrisponde all’unità abitante/equivalente; queste riduzioni quantitative e qualitative del liquame vengono comunemente definite “coefficienti di riduzione”.

Qui di seguito viene riportata tabella indicante la corrispondenza quantitativa “ abitanti/equivalenti”:

Schermata 2016-08-05 alle 15.50.17

A in più da conteggiare: quantità acqua scarico cucine, personale addetto cucine e servizi vari
B in più da conteggiare: quantità acqua scarico pulizie degli ambienti, servizi vari

BIOLOGICAL PURIFICATION PLANTS FOR THE TREATMENT OF THE WASTE WATER IN SMALL AND MEDIUM SETTLEMENT OF HOUSES

Veneta Prefabbricati is an italian firm which plans and builds prefabricated purification plants for waste water both civil and industrial. Particularly it is specialized in the production of medium and small biological plants that is for the treatment of sewage flowingfrom detached, semidetached or terraced houses, farms, residential buildings or similar without connection with a sewer system.
The purification system uses “ active sludges and extended aeration ”.
According to this system the rough sewage, after possible pretreatments is carried into an aeration tank where the insufflation of a measured amount of air aids the formation of masses of active sludges which attack the polluting substances and eliminate them, so in this way It is possible to obtain a mixture mainly made up of water and active sludge; in the sedimentation tank the active sludge separate from the water.
The active sludge will be recycled for the previous aeration tank, while the water will go out limpid and adourless.
The design and manufactoring of these purification plants have been performed for the achievement of the following benefits:

  • they are built with tanks in reinforced vibrated concrete, free from wear and tear corrosion
  • they are completely buried and therefore they do not alter the landscape
  • they are easy to install and they are economical in the laying
  • they required very slight and cheap maintenance, without the employment of qualified or specialized staff
  • operating costs are very small, that is they use little electric power
  • they are a sure guarantee of purification

The range of production standard includes six models which have a potentiality expressed in number of inhabitants/equivalent and which are dimensioned on the basis of the following data of project:

  • water store at the wastepipe:200÷250 litres/inhabitants/ a day
  • level of pollution (organic load):60÷65 gr/inhabitants/ a day

Each purification plant is formed by one or more than one tanks which a lid which gives the possibility to inspect.
The tank which inside is divided in two spaces is complete with hydraulic fittings and electromechanical equipment.

veneta-prefabbricati

Sequenza di campioni d’acqua in fase di depurazione biologica


A – Acqua all’ingresso dell’impianto

B – Acqua in fase di ossidazione

C – Acqua in fase di chiarificazione post sedimentazione fanghi

D – Acqua depurata all’uscita dell’impianto

E’ evidente l’enorme differenza tra la provetta A e la provetta D; La prima contiene acqua di rifiuto non trattata e altamente inquinata; l’ultima invece, già depurata, si presenta limpida ed inodora.

 

 

SCARICA L’INTERA PRESENTAZIONE